Come si assicura un’auto classica?

Avete un’auto classica e volete assicurarla? Siate consapevoli che un veicolo deve soddisfare un certo numero di criteri per qualificarsi come un’auto classica. Deve avere almeno 30 anni e avere un documento di registrazione dell’auto specifico. Se la tua auto soddisfa tutti i criteri imposti dalla Fédération Française des Véhicules d’Epoque (FFVE), puoi passare alla fase di richiesta di assicurazione. Ecco come dovreste procedere.

Il profilo che devi avere come autista

Se volete stipulare un’assicurazione per la vostra auto classica, dovete avere almeno 21 anni. Anche il possesso di una patente di guida da almeno 3 anni e un comportamento esemplare sulla strada per almeno 2 anni gioca a vostro favore. Gli assicuratori richiedono anche ai proprietari di auto da collezione di avere un’auto recente per i loro spostamenti quotidiani. La ragione è che l’auto classica è destinata all’uso del tempo libero e quindi all’uso occasionale. L’assicurazione di raccolta si basa su questo principio e non permette l’uso quotidiano del veicolo. Questa misura è anche presa per limitare il rischio di incidenti con un’auto d’epoca. Per alcuni assicuratori, l’età minima richiesta per il conducente di un’auto classica è di 25 anni. A questa età, il conducente è più maturo e mostra cortesia verso gli altri utenti della strada in tutte le circostanze. I giovani conducenti sono considerati ad alto rischio e non hanno il profilo per guidare un’auto classica. Lo stesso vale per i conducenti con un malus o che hanno avuto la loro patente ritirata. Alcuni assicuratori arrivano al punto di proibirvi di prestare il volante se volete ottenere un’assicurazione per la vostra auto d’epoca.

Auto da collezione: quale formula assicurativa?

Non è necessario stipulare un’assicurazione specifica per la vostra auto classica. Per controllare meglio il vostro budget, potete rivolgervi a un’assicurazione classica come per un’auto recente. Tre formule sono a vostra disposizione, vale a dire l’assicurazione di terza parte classica, l’assicurazione di terza parte più e l’assicurazione all-risk. Prima di scegliere un’assicurazione classica per la vostra auto classica, fatevi delle domande sul suo valore. La maggior parte degli appassionati spende un’enorme quantità di denaro per la propria auto classica. Se questo è anche il tuo caso, non correre il rischio di stipulare un’assicurazione di base che non copre nemmeno gli incidenti con colpa. Per il vostro veicolo di valore, dovreste almeno scegliere un’assicurazione “terzi più” che comprenda più coperture (incendio, incidente…). Se apprezzate il vostro piccolo gioiello come la mela dei vostri occhi, stipulate un’assicurazione completa. Si tratta di un pacchetto assicurativo completo che vi permette di essere coperti in tutte le circostanze.

Auto d’epoca: perché assicurarla?

Una volta che decidete di guidare la vostra auto classica ogni fine settimana o anche una volta al mese, siete obbligati a stipulare un’assicurazione auto classica. Durante la guida sulla strada pubblica, è necessario essere in possesso di una polizza assicurativa altrimenti ci si espone al pagamento di una pesante multa (3750 €). Oltre a una multa, la vostra patente può essere sospesa per 3 anni e la vostra auto confiscata. Anche senza queste pesanti sanzioni, dovete assicurare la vostra vecchia auto, poiché gli assicuratori non esiteranno a farvi un’offerta su misura. Sono consapevoli che tu, un guidatore abbastanza esperto e maturo, rappresenti meno rischi per loro. Come appassionato, non correrete il rischio di danneggiare il vostro veicolo e vi comporterete in modo esemplare sulla strada. Potete quindi optare per un’assicurazione all-risk che vi copra in caso di incidente, furto, incendio e molti altri.

Assicurazione auto da collezione: i vantaggi di cui approfittare

Stipulando un’assicurazione per auto da collezione, non si perde nulla. Al contrario, non solo metti al sicuro il tuo prezioso veicolo, ma godrai anche di una serie di vantaggi. Questi includono il valore di rimborso delle vostre spese in caso di incidente. Per calcolare il tasso di rimborso, gli assicuratori fanno riferimento alla “valutazione ufficiale delle auto da collezione” e non all'”argus”. Affinché l’assicuratore di vostra scelta abbia un’idea del valore della vostra auto classica, chiamate un esperto per una stima. Il valore risultante da questa operazione sarà approvato dall’assicuratore. Se avete intenzione di guidare la vostra auto classica su una pista, potete chiedere una garanzia “pista”. Questa garanzia non è disponibile con un’assicurazione classica. Inoltre, la formula dell’assicurazione del collezionista è più economica di un’assicurazione standard.