General Motors – gigante automobilistico Parte 1

General Motors fin dall’inizio è stata una delle più grandi aziende automobilistiche del mondo. Oggi offre una vasta gamma di servizi e produce molti beni, non solo automobili. Ha un approccio innovativo verso il cliente, che è il segreto del suo successo.

La General Motors Company o General Motors è stata creata il 16 settembre 1908 a Detroit, Michigan, come una holding. Fin dall’inizio, il GMC sviluppato dinamico e grazie, che ha cominciato ad assorbire altre aziende del settore automobilistico. Nello stesso anno, l’azienda rilevò il marchio Oldsmobile, e il 29 luglio 1909 acquistò anche Cadillac. Nel 1910, la GMC era già una delle più grandi marche di automobili negli Stati Uniti. S. dopo aver accolto altre Pontiac, Buick. Durante il 1910 e il 1920, la General Motors mantenne il ritmo della produzione, del design e dell’innovazione di marketing per gli altri da seguire. Alla fine degli anni ’20, essendo una delle più grandi aziende del mondo, GM aggiunse al suo impero automobilistico marchi come Chevrolet, Vauxhall (azienda britannica) e Opel (azienda tedesca).

I 20 anni successivi furono ancora più favorevoli per l’azienda. Nel mercato statunitense, sono rimaste solo tre grandi marche: GMC, Chrysler e Ford, mentre General Motors era il leader tra loro in termini di vendite. Durante la seconda guerra mondiale, l’azienda era il più grande fornitore dell’esercito americano e di altri paesi alleati.

Questa tendenza continuò dopo la guerra. Nel 1955, la Global Mechanism è stata la prima azienda statunitense con profitti superiori a 1 miliardo di dollari. Questo risultato ha incoraggiato i proprietari a ricercare ulteriormente nuove soluzioni tecnologiche sostenibili e a introdurle nel mercato automobilistico. Negli anni ’60 e ’70, la holding ha battuto i record di vendite di auto non solo negli Stati Uniti ma in tutto il mondo. A metà degli anni ’80, la GMC ha raggiunto 4 miliardi di dollari di profitti. A questo risultato enorme servito come vendite di marca in arrivo di Saturn, che era una delle auto più popolari negli Stati Uniti nel 1980.

Nel 1990 General Motors ha presentato a Los Angeles il prototipo della prima auto elettrica al mondo, chiamata Impact. La produzione di questo modello è iniziata nel 1996 ma alla fine molto rapidamente, nel 1999, a causa di vendite molto basse e mancanza di domanda.

Durante il primo decennio del XXI secolo i problemi finanziari cominciarono a colpire l’azienda. È stato causato dagli alti costi globali di produzione e dalla recessione economica. Nel 2007, la società ha notato $38,7 miliardi allentato, nonostante le vendite molto buone, che era la registrazione del marchio automobilistico nel mondo e ha portato a un’ondata di licenziamenti negli stabilimenti GM in molti paesi. Purtroppo, questo non protegge l’azienda da ulteriori problemi finanziari.